Percorso trekking leggero e rilassante nel suggestivo "Parco Naturale Regionale della Lessinia", con partenza appena sotto Malga San Giorgio.

Statistics

3 - 4

hrs

475

m

475

m

7

max°

Difficulty

FATMAP difficulty grade

Easy

Description

Itinerario escursionistico facile con dislivello medio, prevalentemente panoramico su strade sterrate e brevi tratti nei boschi e nei prati. Arriviamo in auto in località Branchetto di Bosco Chiesanuova e sostiamo nel parcheggio sul ciglio della strada.

Da qui troviamo sul lato opposto la segnaletica e il sentiero C3, chiamato "La Via delle Prealpi", camminiamo su una mulattiera per circa 3,5 km.

Dove incomincia la strada asfaltata, incontriamo il nostro primo punto di sosta al Rifugio Bocca di Selva (mt 1.550), base anche per le piste di sci nordico e le escursioni con le ciaspole in inverno.

Dopo la sosta proseguiamo sulla stradina sterrata in leggera discesa per le malghe di Folignani di Sotto e Folignani di Fondo (Sentiero n° 5).

Passata l'ultima malga la stradina forestale si inoltra nel bosco Folignani in leggera discesa, fino ad incrociare il tratturo sul fondo vaio dell'Anguilla (m.1.370).

Qui dove troviamo le tabelle segnaletiche dei sentieri, proseguiamo verso destra su tratta nel bosco (Sentiero n° 4), risalendo il vaio delle Ortighe, su fondo in parte roccioso.

Dove termina la parte boschiva risaliamo a sinistra la valletta, fino a raggiungere una pozza d'acqua per l'alpeggio, che si trova a pochi minuti dal grande complesso del Rifugio Podestaria (mt 1.660).

Dopo una piacevole sosta al rifugio, riprendiamo il cammino salendo la stradina sterrata per circa 300 mt, dove troviamo le tabelle segnaletiche rincontriamo il sentiero C3.

Da qui, lo imbocchiamo svoltando a destra e proseguiamo su percorso sterrato fino a dove incontriamo le tabelle segnaletiche della stradina in salita che ci conduce al Monte Tomba (riconoscibile per le alte antenne e varie costruzioni sulla cima).

Arrivati sulla cima troviamo la chiesetta di San Valentino e i Rifugi Monte tomba e Primaneve.

Dopo una breve sosta proseguiamo in discesa lungo il percorso erboso, che si trova appena sotto alla chiesetta.

Scendiamo in mezzo ai pascoli, seguendo la recinzione con filo spinato, fino a raggiungere la stradina sterrata che ci fa rientrare al punto di partenza, dove concludiamo la nostra splendida escursione.