#Hikin #Summit #Maja

Statistics

1

day +

1,797

m

1,797

m

21

max°

Difficulty

FATMAP difficulty grade

Difficult

Description

Località di inizio: Guado Sant'Antonio Il sentiero B3 conduce inizialmente a un incrocio in località Prato della Corte, che a sinistra, dopo un traverso, porta all'interno del bosco e a destra, verso il Rifugio “Paolo Barrasso”.

Dopo il bosco, il sentiero sbuca sulla cresta da dove si può ammirare la bellissima Valle dell'Orfento, il Monte Cavallo e il Monte Focalone. “Rava” è un termine locale con il quale si indicano ripidi canali rocciosi.

Il tracciato continua salendo fino a scorgere all'orizzonte il limite della Piana della Rapina; il sentiero giunto sulla piana, sale sul colle, che culmina sulla vetta del Monte Rapina, da qui si può godere della vista sul Monte Morrone, guardando in direzione nord di ampi panorami e sulla Valle dell'Orta, verso sud l'imponente Monte Pescofalcone.

Il sentiero continua con un traverso sotto la cresta del Monte Pescofalcone, da qui in basso a destra si scorge la Valle dell'Orta; dalla vetta del Pescofalcone poi, declina su una sella verso i Tre Portoni, a destra (ovest) l'ingresso della Rava del Ferro, a sinistra verso est il terzo portone, che conduce a Monte Rotondo.

Da Tre Portoni, il sentiero va ad incrociarsi con il sentiero del Parco, che a destra verso sud conduce su Monte Amaro, nostra meta, e a sinistra verso est conduce verso il Blockhaus, attraversando i così detti Tre Portoni.

Questo toponimo identifica le tre selle che permettono di effettuare la traversata in quota del massiccio o “alta via” della Majella percorrendo il Sentiero del Parco (P).

Da i Tra Portoni seguiamo il sentiero che conduce verso il Monte Amaro sino a raggiungere il Bivacco Cesare Mario Pelino 2793m.

Al ritorno seguiamo lo stesso percorso al contrario.