Una meta classica, raggiungibile molto facilmente. Situato a circa 1950 m di altitudine, è uno tra i più grandi laghi della Valtellina. Inserito in una zona paesaggistica e naturalistica di prim’ordine, è circondato da boschi di conifere e dalle cime delle Alpi della Valmalenco, in particolare dalle pendici del Sasso Nero. Si può raggiungere sia a piedi che in seggiovia da Chiesa Valmalenco o dal paese di San Giuseppe. Durante i mesi invernali il lago ghiacciato incorniciato dai suoi splendidi boschi e dai pendii innevati regala un’atmosfera ancora più suggestiva.

Statistics

2 - 3

hrs

440

m

435

m

12

max°

Difficulty

FATMAP difficulty grade

Easy

Description

Nei pressi del parcheggio della seggiovia di San Giuseppe, si imbocca la strada sterrata che parte dal ponte.

Dopo alcuni tornanti tra i boschi di conifere, si giunge in località Barchi, dove il percorso si trasforma in sentiero, correndo per un breve tratto a lato di quella che in inverno è una pista da sci.

Piegando a sinistra, si lascia l’ampia pista e, zigzagando per il bosco fin quando la pendenza diminuisce gradatamente, si giunge al traguardo.

A ripagare ampiamente la fatica, ecco svelarsi improvviso alla vista il lago (m 1921 s.l.m.), nel quale concedersi, nella stagione più calda, un bel bagno ristorato- re.

Senza contare l’impareggiabile panorama dal rifugio Palù, sulla sinistra del lago, per chi giunge dal sentiero; mezz’ora di passeggiata lungo le sponde regala magnifici scorci.

L’itinerario di rientro prevede due alternative: la stessa strada della salita oppure il sentiero che, al termine della discesa presso il rifugio, sulla destra si inoltra nel bosco passando per le località la Zocca, il Barchetto e Paluetto.

Proseguendo da questa bella conca di prati sulla sinistra, ci si ricongiungerà in breve al percorso d’andata.