.

Statistics

3 - 4

hrs

802

m

800

m

16

max°

Difficulty

FATMAP difficulty grade

Moderate

Description

Dislivello (m) 669 Quota partenza (m) 1219 Quota max/vetta (m) 1888 Esposizione Nord Grado E Note Andata e ritorno 13,3 Km circa. Tempo di salita circa 3 h. Avvicinamento Da Torino raggiungere Lanzo e proseguire verso Germagnano e Pessinetto; da qui continuare alla volta di Cantoira entrando in Val Grande.

Superati i paesi di Chialamberto e Groscavallo, con le loro numerose frazioni, si arriva a Forno Alpi Graie dove termina la strada.

Lasciare l'auto nel piazzale. Descrizione Da Forno Alpi Graie seguire una strada che inizia a sinistra della piazzetta in fondo al paese, attraversa la Stura su un ponte e termina allo sbocco del Vallone di Sea.

Continuare sulla sponda sinistra orografica del vallone percorrendo una pista costruita dalla Comunità Montana per accedere alla località della sorgente “Grandi Boschi”, dove è stata costruita la presa dell’acquedotto generale delle Valli di Lanzo.

Giunti all’altezza delle costruzioni dell’acquedotto il sentiero prosegue sulla destra del senso di marcia, sotto le estreme propaggini della Costiera Malatret.

Dopo una salitella percorre ancora il fondovalle sino ad attraversare la Stura di Sea nei pressi del Gias Balma Massiet (1500 metri). Salendo in mezzo ad una bassa vegetazione giunge, dopo aver attraversato un’altra volta il torrente, all’Alpe di Sea (1785 metri), posta sotto un enorme masso. Superate le costruzioni, si aggira un cocuzzolo e con una breve salita si guadagna un vasto pianoro a metà del quale, a destra, vi è il Gias Nuovo (1888 metri).