Un giro classico, adatto a tutti quelli che hanno un po' di allenamento, con la possibilità di aggiungere una cima tra i più bei balconi panoramici sulle Dolomiti di Brenta. Partenza da sopra l'abitato di Cunevo, percorrendo 11 km di strada non collaudata che conduce ad un parcheggio. Da qui in 5 minuti a piedi, giungiamo alla Malga d' Arza e poco dopo la strada forestale si dirama in 2 direzioni. Noi ci teniamo a destra sul sentiero 330 che sale verso la Malga Termoncello, indicata ad un'ora di cammino. Scenderemo poi a sinistra sul 370 che proviene da Malga Loverdina. Con Emma, rispettiamo i tempi dei cartelli e in un'ora di salita nel bosco, giungiamo sotto Malga Termoncello. Dopo una breve pausa, riprendiamo il cammino in direzione di Cima Loverdina, detta anche in dialetto locale Bastiòt. La salita non è lunga ma il dislivello di quasi 400 metri si fa sentire, in più Emma risente del gran caldo e si fa portare volentieri in spalla da papà (17kg di felicità). Alla mamma ne toccano comunque 8. In vetta ci godiamo il bel panorama sulle cime più selvagge del Brenta, come la Borcola, il Croz del Re, il Monte Corona etc.., ma anche il Lago di Tovel, la Sassara, il Gran de Formenton, il Sasso Rosso... Riprendiamo poi il nostro giro scendendo per la stessa via di salita, fin quasi ai prati della Malga Termoncello, tenendoci però alti e spingendoci verso destra in direzione Malga Loverdina. Molto bello il tratto nel bosco che collega queste 2 malghe, con continui sali e scendi. Dalla Malga Loverdina scenderemo poi verso la partenza della nostra escursione, ovvero la Malga d' Arza, rientrando per l'ultimo tratto sul sentiero intrapreso in salita la mattina. Giro sempre piacevole, in questa meravigliosa parte di Brenta. Il video di questa uscita, lo potete trovare sul mio canale YouTube "Rock The Mountain" a questo link:

Statistics

3 - 4

hrs

779

m

779

m

21

max°

Difficulty

FATMAP difficulty grade

Moderate

Description

Un giro classico, adatto a tutti quelli che hanno un po' di allenamento, con la possibilità di aggiungere una cima tra i più bei balconi panoramici sulle Dolomiti di Brenta. Partenza da sopra l'abitato di Cunevo, percorrendo 11 km di strada non collaudata che conduce ad un parcheggio. Da qui in 5 minuti a piedi, giungiamo alla Malga d' Arza e poco dopo la strada forestale si dirama in 2 direzioni.

Noi ci teniamo a destra sul sentiero 330 che sale verso la Malga Termoncello, indicata ad un'ora di cammino. Scenderemo poi a sinistra sul 370 che proviene da Malga Loverdina. Con Emma, rispettiamo i tempi dei cartelli e in un'ora di salita nel bosco, giungiamo sotto Malga Termoncello. Dopo una breve pausa, riprendiamo il cammino in direzione di Cima Loverdina, detta anche in dialetto locale Bastiòt. La salita non è lunga ma il dislivello di quasi 400 metri si fa sentire, in più Emma risente del gran caldo e si fa portare volentieri in spalla da papà (17kg di felicità).

Alla mamma ne toccano comunque 8. In vetta ci godiamo il bel panorama sulle cime più selvagge del Brenta, come la Borcola, il Croz del Re, il Monte Corona etc.., ma anche il Lago di Tovel, la Sassara, il Gran de Formenton, il Sasso Rosso... Riprendiamo poi il nostro giro scendendo per la stessa via di salita, fin quasi ai prati della Malga Termoncello, tenendoci però alti e spingendoci verso destra in direzione Malga Loverdina. Molto bello il tratto nel bosco che collega queste 2 malghe, con continui sali e scendi. Dalla Malga Loverdina scenderemo poi verso la partenza della nostra escursione, ovvero la Malga d' Arza, rientrando per l'ultimo tratto sul sentiero intrapreso in salita la mattina. Giro sempre piacevole, in questa meravigliosa parte di Brenta. Il video di questa uscita, lo potete trovare sul mio canale YouTube "Rock The Mountain" a questo link: